lunedì 17 agosto 2015

Ritorno dagli abissi.

Salve a tutti.
Mi rendo conto che è da parecchio che non scrivo e ho lasciato la Collina a marcire tra le erbacce.
Ho finalmente avuto la forza e la voglia di potarla un po'.

Da tempo ormai non trovavo più nulla di sensato da scrivere e trovavo tutti i miei post ancora meno sensati.

Rileggendo molte cose che scrivevo in passato o iniziato ad ODIARE deliberatamente i miei puntini sospensivi.
Non danno suspence, danno l'orticaria.

Sto attualmente riprendendo a scrivere diverse cose tra cui un romanzo horror.

Ho depositato nell'indifferenziata le spoglie di patetica adolescente tormentata e sto imboccando una nuova via. Magari più cazzuta.

Magari un po' più auto - ironica e sdramatizzata.

Ci sono parecchie cose che vorrei dire. Molte delle quali susciterebbero una reazione ai lettori del tipo: " E quindi? A noi che ce ne fotte? Facci vedere le tette!"

Prima di tutto che questo blog è in una condizione che pessima è dire poco.
Quindi lo rivaluterò per rendergli un senso.
O quanto meno interessante.
Ci vuole una svolta.

Sapete quelle intuizioni che ti fanno sentire un genio che ha appena scoperto qualcosa di eccezionale?
Spesso mi sento così quando cerco di convincermi di aver trovato una soluzione che però è totalmente idiota.
Forse avrebbe senZo se continuassi ad autoironizzare e facendo una merda me e il mio blog.

Scusate, ma mi fa troppo schifo.

Ok, la smetto  di spalmarmi la merda addosso come se fosse l'autoabbronzante.

Logorrea portami viaaaaAAAAA.

Cosa cazzo ci devo scrivere di senZato su questo post?
Boh.
Magari mi verrà in mente mentre sparo cazzate.
Ah sì.
Tanto per cominciare vorrei spiattellarvi un mio post che ho scritto su facebook che ha avuto tanti bei 'mi piace' e quindi io mi fruscio.
Sarebbe stato più figo se l'avessi scritto in un post a parte.
Ma fanculo, a me piace disordinato.

"É una cosa schifosa che i ragazzi tra i 20 e i 30 anni debbano sentirsi fannulloni, parassiti e falliti a casa e sulle spalle dei propri genitori. Non è giusto che io mi senta dire "trovati un lavoro" quando ho cannonato curriculum dal computer, sotto al sole, sotto la pioggia, sotto gli tzunami a chiunque e per qualsiasi impiego.Non è giusto che debba pensare che l'unica possibiltà che mi rimarrebbe per costruirmi una vita è facendo la prostituta. Non è giusto che l'unica soluzione sia andarsene da questo paese. Non è giusto che non possa vedere il mio futuro e affidarmi a una raccomandazione o alla fortuna o all'aiuto di qualcuno.Non è giusto che debba sentire quel coglione di Renzi/Siddelleraglaciale/ Facciadaroditore dire che i posti di lavoro aumentano e le cose stanno migliorando quando nuotiamo nella merda liquefatta da anni. Mi fa schifo stare a casa ad aspettare che l'estate finisca per tornare ad essere produttiva nello studio per non sentirmi una nullità nell'aspettare una goccia nel deserto dal famoso "vi faremo sapere" con cui io mi ci pulisco il culo. Mi fa schifo lavorare nei call center. Mi fa schifo che l'intero sistema produttivo, economico e sociale si basi sulle leggi escremenziali dello sfruttamento e della mafia. Mi fa schifo chiedere soldi. Mi fa schifo dipendere da qualcuno e sentirmi una demente perché le persone così ti concepiscono se non lavori. Noi ragazzi siamo condannati ad essere paragonati a vita a degli incapaci senza voglia di fare indipendentemente da ciò che pensiamo. Senza la possibilità di far evolvere per il mondo. Senza la possibilità di sentirci migliori di come ci concepiscono. Senza una cazzo di vita."


Tutti i miei amici, coetanei, chi più chi meno stanno nella stessa merda e molti, TROPPI, devono stare a casa dei genitori anche se ormai in casa si odiano.
Perché c'è questa situazione di stallo, mi chiedo io povera cretina ventunenne laureanda disoccupata?
Perché ci piace torturarci mettendoci le mani in tasca e fregandocene della collettività e contemporaneamente di noi stessi?
Perché ci piace così tanto lamentarci e non fare niente?

"Eeeh, e
che dobbiamo fare?"

Smadonni interiori sollecitano il mio essere a trasformarmi in un killer seriale.

Tentativi di spiegazione muoiono coperti da grugniti e smorfie di sofferenza poiché debbo trattenermi da non uccidere LE PERSONE.

Continuate a dire 'E che dobbiamo fare' invece di fare. State freschi.
Bimbi di mammina.

Volete il latte?
Magari un ciucciotto?
Dovete essere cambiati del pannolino?

Dormi tranquillo e asciutto.
Lines notte asciuga tutto.
Dormi tutto bagnato.
Lines notte ti ha fregato.

Ad ogni modo cercherò di scrivere meglio nel prossimo post.
Spero di non essere stata troppo...
Insomma IO.




Fasi Lunari...)O(

Post più popolari